zahre-gruppo-m-drl0346

Era un’aspirazione. Oggi sta diventando realtà. Dopo tre anni di riposizionamento, si stanno raccogliendo entusiasmanti frutti nella direzione perseguita con passione e con tenacia: essere sempre più specialisti nella comunicazione del nostro territorio e delle sue eccellenze, nelle sue espressioni più svariate.
Dopo il Fadiesis Accordion Festival e Valcellina in Musica, dopo la comunicazione per la Trota Friulana, dopo pubblicazioni e prodotti multimediali dedicati a Valcellina e a Valli del Natisone, la nostra regione piena di risorse ci sta portando nuove soddisfazioni. A giorni metteremo online il sito di Zahre Beer, birra simbolo di Sauris, località gioiello della Carnia, che ha imposto la sua Qualità con il turismo sostenibile, l’Albergo Diffuso, i prosciutti affumicati, i formaggi di malga e appunto la birra.

Un’altra grande opportunità ci è arrivata da Maniago e dalle sue coltellerie: in collaborazione con il fotografo Ruggero Lorenzi, abbiamo appena ultimato il libro ManiAGO – Storie fatte a mano, con testi in italiano e in inglese. Entro gennaio uscirà la prima pubblicazione edita da Primalinea: Lacrime nere – Dalle Valli del Natisone alle miniere del Belgio, opera di Ferruccio Clavora e Romeo Pignat, sospesa tra la dimensione saggistica e quella narrativa, dedicata all’emigrazione dalle Valli del Natisone verso le miniere del Belgio. Un libro unico, per l’originale intreccio di contenuti e di stili.
Il 3 novembre ha visto il nostro (quasi) esordio come co-produttori di un concerto-racconto-immagine, con l’Associazione Musicale Fadiesis, nostro partner artistico. A Montereale Valcellina, con inatteso successo di pubblico, è stato rappresentato lo spettacolo Non capivamo, liberamente tratto dal laboratorio Movimenti nelle retrovie, da noi realizzato con l’Associazione Bellunesi nel Mondo. I testi di Romeo Pignat, la voce di Giorgio Monte e la fisarmonica magica di Gianni Fassetta hanno magnetizzato l’attenzione dei presenti. Lo spettacolo sarà replicato il 24 febbraio nell’Auditorium Concordia di Pordenone e a maggio nell’Auditorium Canossiano di Feltre.

Foto di Ruggero Lorenzi